Palazzo Spinola, il trionfo della buona tavola tra arte e musica

Di il Aprile 16, 2018

GENOVA –  Quest’anno sarà la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola ad ospitare il “secondo” capitolo della ricerca dei rapporti fra musica, arte e cucina condotta da Istituto “Marco Polo”,  Conservatorio Niccolò Paganini e Accademia Ligustica di Belle Arti che insieme già lo scorso anno hanno organizzato tre analoghe giornate interdisciplinari dedicate al futurismo.

Mercoledì 18 aprile, alle ore 16 saranno le sale di Palazzo Spinola ad ospitare la seconda manifestazione nata da quella collaborazione fra tre Istituti cui si è unito.

Capita sempre più spesso, oggi, di cenare davanti alla TV. Presi dalle notizie di un TG o dalle domande di un Quiz, si rischia di perdere il piacere di assaporare ciò che è servito in tavola. Un tempo non era così. Il pranzo, nei Palazzi nobili, costituiva un momento irrinunciabile di godimento, non solo per i cibi serviti in abbondanza, ma anche per la cornice che trasformava il banchetto in un momento di alta spettacolarità. I Greci cenavano mollemente sdraiati mentre leggiadre danzatrici e raffinate flautiste di esibivano intorno a loro.

Nel Rinascimento e nel Barocco, epoca in cui nacque proprio il genere della “musica da tavola”,  i commensali erano allietati non solo dalla bravura dei cuochi, ma anche dalle coreografie affidate a personalità artistiche indiscusse e appunto da musiche per l’occasione.

Sarà proprio questa l’atmosfera che si proporrà di rivivere al pubblico attraverso un percorso a tappe tra cucina storica del palazzo, sala da pranzo e salone.

I partecipanti (max 80 persone, ingresso € 3.00) divisi in due gruppi saranno accolti nelle cucine del palazzo dagli studenti del “Marco Polo” e dallo Chef con i Maestri di Sala, che prepareranno ricette tipiche del periodo oggetto dell’incontro e risponderanno alle domande e curiosità degli ospiti. Nella sala da pranzo saranno invece gli allievi del corso Teatro della festa e Allestimento degli spazi espositivi dell’Accademia Ligustica ad illustrare i sontuosi apparati della tavola, veri e propri trionfi barocchi da loro riproposti in uno spettacolare allestimento.

Tappa centrale del percorso sarà lo spettacolo offerto nel salone dagli allievi del Conservatorio e dagli attori del gruppo “Il Falcone Unigenuateatro” con musiche barocche e testi tratti da pubblicazioni di cucina dell’epoca. Al termine del concerto nell’atrio del palazzo sarà offerta una degustazione “storica” a conclusione dell’incontro.


L’ingresso sarà possibile mercoledì fino ad esaurimento posti.

Per informazioni, tel. 010-2705300

 

C. S.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento