BLoser: venerdì in scena “nessuno può tenere Baby in un angolo”

Di il novembre 22, 2017

 Venerdì 24 novembre alle 21 è di nuovo il teatro protagonista al BLoser. La rassegna teatrale OneBLoser ideata da Cristina Cavalli, alla sua seconda stagione, porta sul palco del Teatro di piazza Marsala un giallo, scritto da Simone Amendola e interpretato da Valerio Malorni, con un titolo che cita la celebre frase tratta dal film Dirty Dancing, “nessuno può tenere Baby in un angolo”.

 

Si tratta di un omicidio, una donna assassinata vicino a una pompa di benzina. Gli indizi stringono sul protagonista i cui fallimenti assomigliano sempre più a moventi per l’omicidio efferato della donna di cui si era innamorato. Tre atti per una verità difficile da raggiungere. Come difficile è il dialogo nei rapporti. Come difficile è non finire a parlare soli in un monologo interiore. “Nessuno può tenere Baby in un angolo” è l’ultima possibilità per Luciano Schiamone, detto Lucio, di essere una persona.

 

Simone Amendola e Valerio Malorni, dopo anni di amicizia e stima, iniziano a collaborare nel 2013 realizzando “L’uomo nel diluvio”. Dalla sintesi di due storie diverse nasce anche questo secondo lavoro. Simone Amendola porta una scrittura affinata nel cinema documentario, costruendo narrazioni partendo dalle vite reali. Valerio Malorni è maestro nel corpo a corpo col pubblico, trasformando in teatro ogni luogo. L’opera è una produzione Blue Desk, residenze produttive TAN Teatri Associati di Napoli / Carrozzerie Not, con il sostegno di Attraversamenti Multipli.

 

Il prezzo del biglietto è di 13€, per prenotazioni: 335 6899169

(C.S.)

 

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Chiara Tasso e Chiara Gaddi. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento