“Vassilissa e la Babaracca”: una fiaba russa in scena al Teatro della Tosse

Di il 2 Dicembre 2021

GENOVA – La Sala Agorà del Teatro della Tosse, in occasione della rassegna Tosse in Famiglia, domenica 5 dicembre presenta “Vassilissa e la Babaracca”, spettacolo teatrale con Bruno Soriato e Annabella Tedone.

Tra streghe, boschi e matrigne, quest’opera ispirata ad un’antica fiaba dell’est fa riflettere sull’importanza dell’accettazione della diversità, dell’esprimere ciò che si pensa davvero, e sulle inaspettate conseguenze che questo comporta.

VASSILISSA E LA BABARACCA – regia di Raffaella Giangipoli

Una strega, la Baba Jaga, unica custode del fuoco, che trasforma i piccoli in polpette.

Una bambina abituata sempre a dire di sì, ad accontentare gli altri e a fare tutto quello che le viene richiesto.

Una bambolina magica a cui chiedere aiuto in caso di difficoltà.

Sono questi  i personaggi che danno vita allo spettacolo, ispirato ad un’antica favola russa, Vassilissa e la Babaracca, in scena per la  rassegna  la Tosse in famiglia domenica 5 dicembre.

Lo spettacolo  racconta la storia di, Vassilissa, una bambina abituata a dire sempre sì, solo sì, sì mamma, si papà, sì a tutti, pur di essere amata.

Non si oppone, non protesta, non fa nulla di diverso da quello che le viene chiesto,  si prende cura degli adulti come se l’adulta fosse lei.

Quando la mamma muore , dopo averle donato una bambolina cui chiedere aiuto in caso di difficoltà, la piccola subisce ogni tipo di umiliazione dalla nuova moglie del padre ,che rivela presto il suo cuore di matrigna .

Esasperata dalla piccola adulta, la matrigna decide con l’inganno di mandare la bambina  nel bosco a cercare il fuoco dalla Baba Jaga, la terribile strega arroccata nella Babaracca, casa selvaggia con occhi di fuoco, certa che non farà più ritorno.

Sarà invece proprio la  Baba Jaga a tenere Vassilissa con sé ,promettendole il fuoco a condizione di  superare alcune  prove impossibili.

Grazie all’aiuto della bambola e della strega da cui tutti fuggono, Vassilissa riuscirà a scoprire  che non è poi così terribile  dire di no e che si può essere amati anche quando si dice cio’ che si pensa davvero.

Consigliato dai 6 anni di età.

Con la partecipazione di Bruno Soriato e Annabella Tedone, musiche originali di Mirko Lodedo e Francesca Bellanova.

Disegno luci di Tea Primiterra, scene di Bruno Soriato, costumi di Raffaella Giancipoli, tecnico di scena Angelo Piccinni e la cura della produzione di Annabella Tedone

Domenica  5 dicembre  ore 15.00  e ore 17.00

BIGLIETTI

ADULTI: euro 8

BAMBINI FINO A 12 ANNI: euro 6

CARNET “LA TOSSE IN FAMIGLIA”: euro 30

5 ingressi validi per tutti gli spettacoli pomeridiani della domenica fino al 31 dicembre 2021

Il carnet non è nominale, può essere utilizzato da più persone contemporaneamente anche per uno stesso spettacolo

I possessori di carnet devono comunque prenotare e possono ritirare il biglietto fino all’inizio dello spettacolo. L’eventuale disdetta dei posti deve essere effettuata entro le ore 15.00 del giorno prima. In caso contrario il tagliando verrà considerato utilizzato.

BIGLIETTERIE

Biglietteria Teatro della Tosse, piazza Renato Negri (centro storico).   Dal martedì al sabato dalle ore 15.00 alle ore 19.00. Lunedì e giorni festivi solo in caso di spettacolo  dalle ore  15.00 alle 19.00 (telefono 0102470793). Domenica, in caso di spettacolo de LA TOSSE IN FAMIGLIA, biglietteria aperta dalle ore 14.00.

Biglietteria Teatro del Ponente aperta dal lunedì al mercoledì dalle ore 14.00 alle 17.00; giovedì e venerdì dalle 10.00 alle 13.00 (Telefono 010 2487059).

COME PRENOTARE:

LA TOSSE IN FAMIGLIA: telefonando al botteghino del Teatro della Tosse 010/2470793 dal martedì al sabato dalle 15 alle 19.oppure online sul sito www.teatrodellatosse.it

Al Teatro della Tosse la Domenica, il botteghino è aperto dalle 14 per lo spettacolo del giorno stesso.

Al Teatro di Ponente, il sabato, il botteghino è aperto dalle 15 per lo spettacolo del giorno stesso.

Informazioni ed aggiornamenti anche sulla pagina Facebook Teatro della Tosse per la scuola e la famiglia.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi essere loggato per postare un commento Accedi

Lascia un commento