LA FIERA D’AUTUNNO SBARCA AL PORTO ANTICO DI GENOVA

Di il 8 Settembre 2021

Al via dal 10 al 19 settembre all’aperto e in sicurezza per ripartire con gli acquisti

GENOVA – L’estate non è ancora finita e al Porto Antico di Genova arriva Fiera d’Autunno. Per la seconda edizione, dopo lo stop del 2020 causato dagli effetti della pandemia, con l’obiettivo di garantire la massima sicurezza ai visitatori, è stata una scelta una location all’aperto nel cuore dell’area, tra calata Falcone Borsellino e piazzale Mandraccio,.

La data è stata anticipata, da venerdì 10 a domenica 19 settembre, e la durata è più lunga, dieci giorni, per sfruttare al meglio l’alta frequentazione dell’area che nella coda del periodo estivo offre ai suoi visitatori molteplici opportunità, dagli eventi in calendario per EstateSpettacolo – da Music Expo ai concerti di Electropark – alla mostra di Milo Manara a Porta Siberia e ai molti locali per uno spuntino, un aperitivo o una cena sul mare.

Fiera d’Autunno è un’occasione per ripartire con gli acquisti dopo le vacanze grazie a un’offerta variegata. Nello shopping si spazia dall’abbigliamento in pelle a quello per i bimbi e ai bijoux, un piccolo settore è dedicato al benessere e per i buongustai le specialità regionali sarde, pugliesi e piemontesi, da non perdere i profumi del tartufo. Per rendere sempre più vivibili gli spazi all’aperto, forni, caminetti, arredi da esterno e tavoli in pietra lavica, da tempo un vero must nei giardini dei genovesi. In tema di mobilità sostenibile a Fiera d’Autunno ci sarà YOYO di XEV, la nuova minicar elettrica al 100%. Dimensioni compatte, raggio di sterzata inferiore agli 8 metri, autonomia di 150 km e batteria di ricambio facilmente sostituibile, YOYO si può guidare a partire dai 16 anni ed è completamente personalizzabile con un’ampia gamma di colori e un’ottima dotazione di accessori inclusa.

Fiera d’Autunno è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 20. L’ingresso è gratuito.

Info: www.fieradautunno.it

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi essere loggato per postare un commento Accedi

Lascia un commento