“VOCI NELL’OMBRA”, IL GOTHA DEL DOPPIAGGIO TORNA A SAVONA

Di il ottobre 10, 2018
Francesco Pannofino

La Targa Claudio G. Fava alla carriera che andrà a Rita Savagnone e a Francesco Pannofino

 

GENOVA – Si terrà dal 18 al 20 di ottobre 2018, a Savona, la diciannovesima edizione de Il Festival Nazionale del Doppiaggio VOCI nell’Ombra, la più importante manifestazione a livello europeo dedicata al mondo del doppiaggio cinetelevisivo e degli audiovisivi, nella consapevolezza che il doppiaggio italiano è sicuramente, a livello di professionalità, il migliore in assoluto. Per quindici anni ha avuto la direzione artistica del critico Claudio G.Fava; dal 2014  è organizzato da Risorse – Progetti & Valorizzazione, sotto la direzione di Tiziana Voarino,  ha rilanciato il Festival anche grazie ad un’ampia rete di collaborazioni e di relazioni internazionali, oltre un centinaio.

 

Patrizia Caregnato

«Come Regione Liguria siamo contenti di poter sostenere un evento importante e consolidato come il Festival Nazionale del Doppiaggio, Voci nell’Ombra, – spiega Ilaria Cavo, assessore alla cultura di Regione Liguria – una manifestazione che non è solo longeva, ma ha anche il merito di essere cresciuta e di essersi evoluta, con il passare delle edizioni, sino ad accreditarsi come una delle più importanti manifestazioni a livello europeo dedicate al mondo del doppiaggio cinetelevisivo e degli audiovisivi. Il doppiaggio italiano è unanimemente riconosciuto come il migliore in assoluto e quindi deve farci gonfiare il petto d’orgoglio il fatto che uno dei massimi eventi europei in materia si tenga, ormai da quasi due decenni, nella nostra regione. D’altronde anche per una questione di dna, da liguri, è impossibile non provare empatia per una manifestazione che porta alla ribalta tratti tipici della nostra cultura, come la creatività e la componente autorale. Abbiamo una lunghissima tradizione e tanti interpreti storici: il Festival Nazionale del Doppiaggio Voci nell’Ombra è qui anche per rimarcare questo saldo legame con il territorio».

 

In veste di direttore, Tiziana Voarino aggiunge: «Siamo orgogliosi delle partnership che riusciamo ad ampliare, anche a livello internazionale. Cerchiamo di far evolvere continuamente il Festival dal punto di vista della rete costruita – sono attualmente oltre cento le realtà in rete -,  dei media e dei device adottati, con lo scopo di valorizzare il patrimonio che è ormai Voci nell’Ombra: si qualifica come la prima consistente operazione nel settore cinema e audiovisivo in Italia in grado di aver portato alle luci della ribalta il mondo e le professioni collegate al doppiaggio.  Il festival sottolineerà anche in maniera strategica il forte legame con il territorio in cui si svolge, facilitando altresì il riconoscimento di quello che per Savona costituirà un vero e proprio  brand, mentre per la Regione Liguria insieme al Festival di Sanremo, al Premio Tenco, alla Scuola  dei  cantautori  genovesi,  al  progetto  realizzato negli ultimi anni dalla Regione  Cantautori  nelle scuole, il Festival Nazionale del Doppiaggio si collocherà sempre più nel solco di una lunga tradizione che vede la voce e la parte autorale come assoluta protagonista della cultura ligure, e contribuisce attivamente alla visione della Liguria come la “Regione della Voce”». Il neo assessore alla cultura del Comune di Savona Doriana Rodino dichiara «Per il Comune di Savona questo è un appuntamento fisso che ogni anno siamo felici di poter ospitare. L’organizzazione impeccabile e gli ospiti di qualità che danno vita al Festival sono i punti di forza di un evento unico nel suo genere a cui non si può mancare”, mentre il  sindaco di Cairo Montenotte Paolo Lambertini sottolinea  che “la realizzazione di Voci a Cairo rappresenta un’ importante opportunità per la Città di Cairo e per la sua comunità di entrare nel circuito della più longeva e rilevante manifestazione italiana dedicata al doppiaggio, coerente con l’apertura del “Ferrania Film Museum».

 

Ferruccio Amendola e Rita Savagnone

La Serata d’Onore con consegna dei Premi si svolgerà al Teatro Chiabrera di Savona sabato 20 ottobre, alle ore 21, presentata per la prima volta dalla giornalista Patrizia Caregnato e da una nota voce della radio, storico conduttore del Festival Maurizio di Maggio di Radio Montecarlo. Molti gli ospiti noti. Moltissime le categorie di premi, oltre venticinque riconoscimenti consegnati, tra cui il PREMIO SIAE destinato al giovane adattatore di indiscusso talento.  Quest’anno a riceverlo sarà una giovane adattatrice di cartoni animati la trentenne triestina Beatrice De Caro Carella A partire dal 2015, infatti, la Società Italiana degli Autori ed Editori sostiene il Festival nell’ambito di una politica dedicata a promuovere e a valorizzare i nuovi talenti e il loro percorso formativo e lavorativo. Anche la giuria ha nuovi membri e nuove sezioni. Il presidente Steve della Casa e il presidente onorario Enrico Lancia erano entrambi carissimi amici di Claudio G. Fava. Gli altri componenti sono Baba Richerme, Renato Venturelli, Francesco Gallo, Alessandro Boschi, Fabio Melelli, Massimo Giraldi, Antonio Genna e Tiziana Voarino. Selezioneranno i film e i prodotti televisivi, della stagione appena trascorsa, meritevoli dei Premi “Anelli d’Oro” (l’anello di pellicola era la vecchia unità di misura del doppiaggio, attualmente sostituito dal meno poetico time code) per le varie categorie del doppiaggio sia per il cinema sia per la televisione: miglior voce protagonista maschile e femminile, miglior voce non protagonista, miglior doppiaggio generale. Le nuove sezioni sono: Adattamento cinema e televisione, Videogiochi, Spot pubblicitari, Prodotti di animazione, Audiolibri, Programmi televisivi e dallo scorso anno Voce Radiofonica con Jocelyn giurato. Tra gli altri giurati delle nuove sezioni: Dody Nicolussi di Sky, Arturo Villone autore radio televisivo per Rai e Mediaset.

 

Novità assoluta dell’anno è l’introduzione della sezione dedicata ai food and cooking show con il Premio ARTkitchens sostenuto dal top sponsor Quidam per promuovere una nuova linea di alta qualità di top da cucina, in vetro.  Quest’anno il Premio andrà alla voce italiana del recentemente scomparso Anthony Bourdain sempre in viaggio alla ricerca di ricette in tutto il mondo. La voce è Maurizio Trombini, famoso per essere anche la voce della trasmissione televisiva cult “Lucignolo”. Altro premio novità è il Premio Vix Vocal sostenuto dall app che fornisce servizi per il settore, ideata da Eleonora de Angelis e Massimiliano Torsani, che sarà consegnata a Simone Mori per l’entusiasmo e la professionalità profusi nel suo lavoro:  doppiatore tra gli altri di Ice Cube, Omar Sy, David Shwimmer  (il Ross della serie cult Friends) in nomination anche per la direzione di doppiaggio di Ocean’s 8.

 

Tra i doppiatori presenti nelle oltre quarantacinque nomination, o che riceveranno menzioni speciali: Luca Biagini voce tra gli altri di John Malkovich, Colin Firth e Kevin Kline; Sandro Acerbo voce tra gli altri di  Brad Pitt, Will Smith, Nicolas Cage; Antonella Giannini voce tra gli altri di Frances McDormand; Laura Langhi voce  tra gli altri di Hilary Swank; il doppiatore Riccardo Rossi voce tra gli altri di Adam Sendler, Jhonny Depp, Ben Affleck, Matt Damon; Massimo Lodolo voce tra gli altri di Tim Roth, Vincent Cassel, Andy Garcia ed una miriade di voce riconoscibilissime e uniche. Saranno anche consegnate, oltre al Premio SIAE, la Targa Claudio G. Fava alla carriera che andrà a Rita Savagnone e a Francesco PannofinoRita Savagnone è stata sposata con l’icona del doppiaggio italiano Ferruccio Amendola e madre dell’attore Claudio Amendola. La Savagnone ha dato la voce alle più importanti attrici del cinema Liza Minnelli, Vanessa Redgrave, Whoopi Goldberg, Shirley MacLaine, Elizabeth Taylor, Eva Marie Saint, Debbie Reynolds, Romy Schneider, Kathy Bates, Kim Novak, Raquel Welch e Greta Garbo ed anche Sophia Loren.

 

Francesco Pannofino è ligure di nascita, e precisamente a Pieve di Teco (IM), si è poi trasferito a Roma. Ormai anche attore affermato del cinema e della televisione, protagonista della serie Boris e Nero Wolfe, tra gli altri è stato la voce di  George Clooney, Denzel Washington, Matt Schulze, Kurt Russell, Antonio Banderas, Mickey Rourke, Tom Hanks, Daniel Day-Lewis, Jean-Claude Van Damme e Wesley SnipesLa Targa Bruno Astori, l’ideatore del Festival, votata con la app del Festival “Risorse on air – Festival del Doppiaggio” ha in nomination sei voci (in allegato voci e personaggi che interpretano, tra gli altri) che ambiscono al titolo di voce emergente del doppiaggio italiano, ciascuna con il proprio seguito di fan che si scateneranno a supportarli sui social.   La Targa alla Carriera di adattatore e dialoghista sarà consegnata a Filippo Ottoni, adattatore e direttore di doppiaggio di molti importanti film; per molti anni è stato presidente dell’Aidac.

 

È confermato lo speciale appuntamento del blog talk al NuovoFilmStudio giovedì 20 alle 21, mentre venerdì mattina al Liceo Scientifico Orazio Grassi di Savona si svolgerà una lectio magistralis tenuta da doppiatori e adattatori; lo scientifico inoltre partecipa al Festival con una convenzione di alternanza scuola lavoro. Venerdì sera il Festival si sposta a Cairo Montenotte con Voci a Cairo per un evento caratterizzato dalla proiezione di contributi video appartenenti alla storia del doppiaggio italiano, intimamente connessi allo sviluppo della cinematografia e quindi collegati con il “Ferrania Film Museum” (il Museo dedicato alla pellicola allestito presso Palazzo Scarampi), e dalla presentazione di libri riguardanti il doppiaggio e il cinema. Sabato mattina alla Feltrinelli  un appuntamento particolare con Alessio Bertallot. Nel suo intervento Il Dj 2.0 : nuovi metodi di divulgazione musicale  spazierà dall’illustrare il suo progetto dell’emittente radiofonica Casa Bertallot all’ultimo lavoro con Baricco con cui ha permesso alla sua opera letteraria e spettacolo teatrale Novecento di sbarcare su una piattaforma come Spotify con un progetto precursore ed originale.

 

Sabato pomeriggio un intero spazio sarà riservato alle interviste delle voci famose, mentre sabato sera dopo la Serata d’Onore, grazie all’intervento del Mare Hotel, i doppiatori si ritroveranno su invito a Voci a Mezzanotte al Bistrot Marea. Chicca di questa edizione il convegno internazionale dal  Dal multimediale al cross-mediale Le nuove piattaforme a confronto con le vecchie forme di linguaggio:interazioni, contaminazioni, invenzioni e protocolli alternativi Tra i partecipanti più attesi la Prof.ssa Marina Chikhanova  dell’Università Areospaziale di San Pietroburgo e la rappresentanza russa della RuFIlms, la principale realtà russa del settore trasposizione multimedia. Anche i premi sono stati pensati per valorizzare e quindi  sono opere di artisti del territorio: Laura Tarabocchia, Vanessa Cavallaro, Quidam, Gianluca Cutrupi.  Si aggiungono quattro artisti di Arte Pozzo a cura di Angela Maioli e sono: Lorenzo Bersini, Nino Caré. Anna Rota Milani e Piero Vicari

 

Con l’iniziativa di aiuti umanitari Operazione Stella, da sempre collegata al Festival, quest’anno il sabato saranno vendute le magliette con il logo “Genova nel Cuore” e il ricavato sarà interamente devoluto a favore delle emergenze che il crollo del ponte Morandi ha provocato alla città.

 

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

(C.S.)

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento