VENT’ANNI SENZA FABER, GENOVA NE CELEBRA IL RICORDO

Di il Gennaio 11, 2019

Nell’anniversario della sua morte la città ricorda Fabrizio De Andrè con eventi musicali, mostre e incontri

GENOVA – L’11 gennaio 1999 si spegneva uno dei cantautori più amati dagli italiani, Fabrizio De Andrè. Per il ventennale della morte la città di Genova ne celebra la memoria con una serie di eventi e spettacoli dedicati alla sua musica e alla sua figura.

“Tre giorni di Faber e musica” in viadelcampo29rosso

L’emporio-museo di proprietà del Comune di Genova gestito dalla Cooperativa Solidarietà e Lavoro, dedica al grande cantautore genovese “Tre giorni di Faber e musica”, un ricco programma di eventi che raccontano l’artista, l’uomo, il poeta, attraverso testimonianze, incontri, mostre, rassegne stampa e un’inedita intervista.

  • Venerdì 11 Gennaio 2019 a partire dalle ore 16

Il Presidente di Solidarietà e Lavoro SCS Onlus, Stefano Dagnino porgerà un saluto ai presenti insieme a Paola Bordilli Assessore al Turismo, Commercio e Artigianato racconterà brevemente le attività del museo a quasi sette anni dall’apertura.

La giornata prosegue con l’incontro “Il mio Faber quotidiano” – a cura di di Flavio Brighenti, giornalista ed amico del cantautore genovese, testimonial di queste due giornate dedicate all’artista genovese  nel corso quale ci racconterà  il suo De André.

Madrina dell’evento Patrizia Traverso – Fotografa ed Ambasciatrice di Genova nel Mondo di recente nomina, autrice insieme al marito Stefano Tettamanti (editor del romanzo di De André/Gennari – Un destino ridicolo) del volume “Genova è mia moglie. La città di Fabrizio De André” che porterà una personale testimonianza.

Anna Maria Campello – Ambasciatrice di Genova nel Mondo leggerà una sua poesia dedicata a Fabrizio De André, musicata ed interpretata dal Maestro Marino D’Angelantonio presente per l’occasione.

Il Museo di viadelcampo29rosso, la casa dei cantautori genovesi

Verrà inaugurata la mostra “Fabrizio De Andrè in tour” a cura di Laura Monferdini visitabile fino al 31 marzo. L’esposizione vede alcuni tra i più significativi manifesti e locandine dei 7 tour di Fabrizio De André.

La mostra sui tour è preceduta da “Fabrizio prima di De Andrè”, un’esposizione di alcune locandine e programmi che risalgono alle prime esibizioni giovanili di Faber, sul palco come quella della Baistrocchi (1956) e della Compagnia Goliardica Universitaria Gilberto Govi (1969). Presente un inedito assoluto quale una preziosa locandina originale dell’incontro con Fabrizio De André organizzato nell’ambito della Pasqua dei Giovani ad Intra, presso il Cinema Impero, Domenica 13 aprile 1970.

La rassegna stampa digitale del gennaio 1999 scorrerà sul monitor interno di viadelcampo29rosso mentre le copie cartacee originali saranno in consultazione e verranno illustrate da Laura Monferdini.

Fabrizio Càlzia, editore (Galata), scrittore, faberologo, presenterà la nuova versione inedita de “I Tarocchi e Faber”, la raccolta completa e narrata dei nove arcani maggiori che componevano la scenografia dell’ultimo tour di Fabrizio De André.

La giornata sarà completata dall’inaugurazione dell’esposizione “Fabrizio De André con gli occhi di Giorgio Bergami” visitabile fino al 31 marzo: due delle vetrina tematiche di viadelcampo29rosso ospiteranno infatti alcune preziose immagini del grande fotografo genovese. Tra gli scatti in mostra di Bergami, presente per l’occasione, alcuni straordinari inediti realizzati nello storico studio di Publifoto nel 1966 per la copertina di un album e mai utilizzati ed altri realizzati a Sarissola, nel 1969 nel corso di un’intervista a Jenny Di Santo nella casa estiva presa in affitto da De André per le vacanze estive.

  • Sabato 12 Gennaio 2019 ore 17.00 “Corso Italia 22 – Un incontro con Fabrizio De André”

“Corso Italia 22 – Un incontro con Fabrizio De André” – Incontro con Margherita Gaudioso, Patrizia Amore ed Evita Panini che intervistarono Faber nella sua casa di Corso Italia nel Giugno 1969. Lettura dell’intervista scritta per il giornalino di quartiere e ad oggi mai pubblicata.

Pasquale Dieni e Gianni Amore, in rappresentanza de Le Quattro Chitarre di Genova racconteranno in musica il loro Fabrizio De André.

Tributo spontaneo in musica a Faber a cura di Charlie D’Agosto

Giacomo Duddu Bonino presenterà il suo nuovo acquerello ispirato a La Guerra di Piero.

  • Domenica 13 Gennaio 2019 ore 16.00 “Fabrizio De André in tour” – Un viaggio tra parole e musica

“Fabrizio De André in tour – Un viaggio tra parole e musica” – Visita di approfondimento a cura di Laura Monferdini (Responsabile Contenuti viadelcampo29rosso) per raccontare la carriera artistica del cantautore genovese a vent’anni dalla scomparsa attraverso l’ascolto di numerosi e rari  brani live di alcuni tra i suoi più significativi concerti e il racconto delle locandine e dei manifesti inediti dei tour in esposizione presso lo spazio – museo che vengono mostrati al pubblico dagli esordi di Faber sul palco del Teatro Margherita fino all’ultimo tour del 1998.

In esposizione per la giornata un paio delle mitiche bacchette di Franz Di Cioccio che ricordano il mitico tour con la PFM.

“In direzione ostinata e contraria” al Teatro Govi

Sabato 12 gennaio alle ore 21 il Teatro Rina e Gilberto Govi di Genova presenta “In direzione ostinata e contraria”, spettacolo di danza contemporanea ideato da Roberta Conte (Responsabile del settore danza e coreografa del Teatro Govi) e dedicato all’anniversario della morte di Fabrizio De Andrè. Lo spettacolo si inserisce all’interno della rassegna Vent’anni Fa…Ber, a cura del Direttore artistico Ivaldo Castellani.

Alcune scuole di danza sono state invitate a partecipare all’evento presentando da una a due coreografie, avvalendosi delle canzoni e dei testi di Fabrizio De Andrè. È stato lasciato ampio respiro per ciò che riguarda la tecnica utilizzata per la coreografie, richiedendo attenzione e sensibilità per poter rendere omaggio appieno a questo grande artista. 

Una proposta sicuramente sperimentale in “Direzione Ostinata e Contraria”, volta a stimolare la creatività e la ricerca coreografica: elementi che spesso vengono messi in secondo piano rispetto alle abilità tecniche, ma che nella visione artistica di Roberta Conte si trovano invece allo stesso livello di importanza.

Ciascuna scuola ha scelto i brani secondo il proprio sentire, affrontando la difficoltà di dover tradurre in un linguaggio alternativo, quella della danza appunto, argomenti profondi che De Andrè trattava in modo diretto e sempre efficacie, spesso arricchendo i propri brani con immagini e suoni di non facile utilizzo. 

Le associazioni partecipanti sono: Il Gatto Danzante, Danza 3 Insoliti Movimenti,  Luccoli 23,  Passodanza,  Centro Studi Danza Academy,  Lineadanza, Studio Danza Lagaccio L’arte nella Danza, Artedanza , ABC Danza,  Koros. Voce narrante della serata sarà Ivaldo Castellani.

Per info e prenotazioni: biglietteria@teatrogovi.it / 0107404707 

Maratona in memoria a De Andrè della band London Valour al Teatro BLoser

Per ricordare la morte del cantautore genovese Fabrizio De André, venerdì 11 gennaio la band London Valour ridarà vita alle sue canzoni più belle durante una vera e propria maratona in memoria dell’artista. Due live in una sola serata entrambi già sold out, il primo inizierà alle 19, il secondo alle 22, pensati per non lasciare fuori nessuna delle numerosissime persone che non vogliono perdersi l’occasione di sentire dal vivo ancora una volta quelle canzoni tanto amate.

London Valour nasce nella primavera del 2016 dall’idea di Matteo Troilo che unisce diversi musicisti liguri per realizzare il suo sogno. Provengono tutti da diverse situazioni live, dal genere cantautorale e classico al genere pop rock, uniti dalla passione per l’immenso Faber. I brani eseguiti nel corso del concerto seguono l’arrangiamento della PFM.

Per info: 3356899169 / teatrobloser@beautifulloser.it

“Il mio Fabrizio” a Palazzo Ducale

Regione Liguria e Palazzo Ducale, venerdì 11 gennaio, celebreranno Faber, nel ventesimo anniversario dalla sua scomparsa, con un grande evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Genova, con Fondazione Fabrizio De Andre’ Onlus, con la Camera di Commercio di Genova e Rai Teche.

Obiettivo della giornata, fatta di parola e di immagini, proporre un viaggio nella storia e nella musica di Fabrizio e nella memoria di tutti coloro che lo hanno amato; un itinerario capace di emozionare e attrarre differenti generazioni di pubblico. Tutti potranno partecipare per ricordare l’uomo e l’artista e riascoltare le sue meravigliose canzoni che hanno saputo varcare i confini di Genova ed essere amate da tutti; poesie in musica che sono diventate i migliori dischi di sempre.

Palazzo Ducale

Il cuore della giornata, l’evento delle ore 15 nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale sarà “Il mio fabrizio”, l’incontro a cui parteciperà, nella sua unica uscita pubblica di questo 11 gennaio, la famiglia De Andrè. Saranno presenti Dori Ghezzi e Cristiano De Andrè che ricorderanno il loro Fabrizio insieme ai personaggi dello spettacolo che lo hanno conosciuto o interpretato e che hanno accettato di restituircelo e raccontarcelo per come lo hanno vissuto: Gino Paoli, Neri Marcorè, Fabio Fazio. Antonio Ricci, Morgan, Mauro Pagani e Luca Bizzarri (Presidente di Palazzo Ducale). Ognuno di loro porterà un ricordo di Fabrizio e anche una chitarra, per cui non saranno escluse improvvisazioni musicali. 

A coordinare il tavolo dei testimonial Ilaria Cavo, assessore regionale alla Cultura e la professoressa Margherita Rubino, in quanto ideatrici dell’evento e del progetto “La Casa dei Cantautori”, che sorgerà nel complesso monumentale dell’Abbazia di San Giuliano, già finanziato dal Mibac, dove De André avrà un ruolo e uno spazio fondamentale.

“Ringrazio Dori Ghezzi, Cristiano e la Fondazione De André per aver scelto di ricordare Fabrizio a Genova, nella sua città, insieme a tutti noi – dichiara l’assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo – Abbiamo pensato a un evento in cui siano loro, e i grandi professionisti che lo hanno conosciuto, a ricordarlo, ma con un spazio dedicato alla gente comune, come avrebbe voluto Fabrizio. Sarà un pomeriggio di ricordi, emozioni, musica, parole e anche qualche improvvisazione. Una giornata aperta a tutti, da non perdere, a cui invitiamo soprattutto i giovani e gli studenti che hanno partecipato al progetto di Regione Liguria “Cantautori nelle Scuole”, studiando le canzoni di Faber in classe, nell’ambito delle lezioni di letteratura. L’evento è in linea con l’azione di Regione Liguria, improntata alla valorizzazione dei suoi cantautori sia tramite corsi avviati nelle classi superiori, sia con il progetto della “Casa dei Cantautori” che sorgerà all’Abbazia di San Giuliano, finanziato dal Mibac e ora in fase di progettazione”.  

«Una giornata dedicata a De Andrè, a 20 anni dalla sua scomparsa, è una giornata dedicata alla nostra città, che Fabrizio ha messo in musica e ha dipinto con pennellate di poesia – commenta Barbara Grosso, assessore comunale alle Politiche culturali – Palazzo Ducale sarà il principale contenitore dei ricordi, della musica e della poesia legata a questo grande cantautore che ha emozionato, e continua a emozionare, intere generazioni, a Genova e nel mondo».

“Questo è un giorno per vivere Fabrizio, non è una commemorazione – aggiunge Luca Bizzarri, Presidente di palazzo Ducale – È il modo in cui Genova, che è il cuore della poetica di De Andrè, intende continuare a farla pulsare affinchè il messaggio di Fabrizio continui a scorrere. Compito di un’istituzione culturale non è infatti cristallizzare una memoria ma di essere tramite, perpetuatore, attualizzatore. Sono quindi particolarmente orgoglioso che questo evento si svolga a Genova e in particolare a palazzo Ducale”.

La giornata in memoria di Fabrizio De Andrè inizierà fin dalle ore 11 con una proiezione continua del materiale video, curato dal giornalista Vincenzo Mollica per la grande mostra allestita proprio a palazzo Ducale nel 2009: per quel giorno rivivrà una parte di questa mostra con proiezioni di interviste, apparizioni tv, concerti.

Alle ore 14.30 prima dell’avvio dell’incontro pubblico, è previsto un tributo a de André del Coro dei “Quattro Canti”, diretto da Gianni Martini.

Un estratto del video della mostra verrà trasmesso, già in questi giorni, nella Sala della Trasparenza di Regione Liguria, come richiamo e avvicinamento all’evento.

L’ingresso a Palazzo Ducale sarà libero.

“I Trilli: una storia genovese” al Teatro Govi

Venerdì 11 gennaio al Teatro Rina e Gilberto Govi di Bolzaneto andrà in scena lo spettacolo “I Trilli: una storia genovese” per la regia di Lazzaro Calcagno, la prima delle tre date teatrali che vedranno protagonisti in giro per tutta la Liguria Il gruppo folk dialettale de i Trilli. Dopo il debutto di successo degli scorsi anni lo spettacolo torna sul palco arricchito di una parte dedicata a Fabrizio De Andrè con alcuni omaggi musicali e racconti inediti.

Per info e prenotazioni: 010 7404707 / biglietteria@teatrogovi.it”

“Le colline di Spoon River e le canzoni di Fabrizio De Andrè”

In occasione del ventennale della morte del grande cantautore italiano Fabrizio De Andrè, Il Teatro Sacco di Savona e il Teatro Il Sipario Strappato di Arenzano (GE) presentano lo spettacolo “La collina di Spoon River e le canzoni di Fabrizio De Andrè” in scena venerdì 18 e sabato 19 gennaio alle ore 21 al Teatro Il Sipario Strappato. Sul palco di alterneranno i numerosi personaggi dell’Antologia di Edgar Lee Masters che hanno suggestionato l’opera musicale di De Andrè.

Tour “Non solo Paganini e De Andrè”

Sabato 12 gennaio 2019 alle ore 16 avrà luogo la visita guidata di Genova con “Non solo Paganini e De André”. Due secoli di figure di musicisti genovesi fuori dal coro nate senza scuole o forti tradizioni musicali. Da Paganini all’inno d’Italia, dagli autori d’inizio secolo fino a De André in occasione dei 20 anni dalla morte.

Per info e prenotazioni: 370 3289126.

Tour “All’ombra dell’ultimo sole” nel Cimitero di Staglieno

Cimitero di Staglieno a Genova

Domenica 13 gennaio 2019 dalle ore 11 alle 13 il Cimitero Monumentale di Staglieno di Genova ospiterà una speciale visita guidata dal titolo “All’ombra dell’ultimo sole”.

Il percorso, condotto da una guida turistica abilitata e organizzato da Dalet – Tracce e percorsi di memoria, partirà dal Piazzale Resasco per proseguire tra le dimore eterne dei personaggi più o meno illustri e famosi che riposano a Staglieno.

Per info e iscrizioni: 349 8091682 (Fabrizia Scortecci) / genovatracce@gmail.com

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento