“Un colpo di pistola”, il nuovo singolo di Chiara Ragnini

Di il marzo 15, 2017

-GENOVA- La songwriter ligure Chiara Ragnini torna con una canzone a cavallo fra drum’n’bass e rock, toccando il delicato tema della violenza sulle donne e anticipando il nuovo album, “La Differenza“, in uscita il 28 aprile.
Un colpo di pistola” è il primo nuovo singolo dell’artista, che raggiunge una nuova dimensione: abbandona la comfort zone dell’acustico per vestirsi di electro-pop. La canzone racconta di un rapporto corrotto fra due amanti: la violenza non si esprime solo con e verso il corpo ma, spesso e volentieri, con le parole, con la mancanza di complicità, rispetto e fiducia, con il silenzio, con l’umiliazione.

 

«Il tema è delicato ed ispirato da tante storie ascoltate in questi anni, da parte di persone in qualche modo a me vicine», racconta Chiara Ragnini, «mentre il video rispecchia il contenuto del brano giocando sul contrasto fra l’idillio di una relazione agli albori e la sua evoluzione distorta: l’amore brucia, così, come un colpo di pistola, aprendo ferite ma senza lacerare fino in fondo».

 

La cantante ha scelto di affidare la realizzazione del videoclip ad una giovane regista di Imperia, Megan Stancanelli, per valorizzare al meglio l’anima della canzone, facendo parlare anche le immagini, forti, oltre che la musica e le parole.

 

Il singolo, come l’album, è stato registrato presso l’Ithil World Recording Studio di Imperia e affidato al sound engineer Giovanni Nebbia al mixing e mastering (con Romina Falconi, Dardust, Nesli, Eugenio Finardi) e vede la partecipazione di Max Matis al basso e del giovane beatmaker Roggy Luciano al fianco della musicista negli arrangiamenti.

 

La copertina del singolo è a cura di B.Studio di Bianca Raineri.

 

Di seguito il video di “Un colpo di pistola”

 

(C.S.)

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Chiara Tasso e Chiara Gaddi. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento