“The Art of The Brick”: un milione di LEGO nella mostra di Nathan Sawaya

Di il Marzo 14, 2019
Nathan Sawaya

GENOVA – Una delle dieci mostre da non perdere al mondo sbarca ai Magazzini del Cotone del Porto Antico di Genova. L’esposizione “The Art of The Brick”, inaugurata lo scorso 12 marzo, celebra il genio di Nathan Sawaya che con più di un milione di mattoncini LEGO ha creato opere d’arte in grado di far sorridere e riflettere sia gli adulti che i bambini.

 

 

La mostra offre al visitatore una grande varietà di sculture: da “Il pensatore” di Rodin allo scheletro di dinosauro lungo 6 m e costruito con 80.020 mattoncini LEGO.

Con diverse sezioni per più di ottanta opere i visitatori potranno ammirare oggetti comuni come mappamondi, mele e vasi, così come i capolavori senza tempo di Rodin, Michelangelo, Degas e Munch rivisitati in chiave pop.

Il fulcro della mostra è “Yellow”, una costruzione antropomorfa di colore giallo che si apre il petto per far fuoriuscire una cascata di LEGO, metafora dell’artista dell’espressione umana.

Nathan Sawaya

Nathan Sawaya

Nato a Colville, nello Stato di Washington e cresciuto a Veneta, in Oregon, Nathan Sawaya era un bambino creativo. Una volta entrato alla Università per studiare Giurisprudenza, il giovane Nathan mise da parte immaginazione e creatività per diventare un avvocato nella caotica realtà New Yorkese. Dopo numerosi anni vissuti in maniera frenetica, Nathan Sawaya ha deciso di lasciare tutto per ritornare ai primi amori: il gioco, l’immaginazione, la creatività.

L’artista, da troppo tempo frustrato e soffocato da mille cavilli legali, decide di lasciare la carriera di avvocato per potersi dedicare alla costruzione di statue fatte con i mattoncini LEGO, uno dei suoi primi amori fin da ragazzo.

Oggi Nathan Sawaya possiede più di 4 milioni di mattoncini colorati tra i suoi atelier di New York e Los Angeles, ed espone le sue creazioni in tutto il mondo.

Una delle sculture di Nathan Sawaya: lo scheletro di un dinosauro costruito con i LEGO

Per Nathan Sawaya la scelta dei materiali con i quali costruire le sue opere non è stata casuale. Come tanti altri bambini, la sua storia d’amore con i Lego inizia sin da piccolo, ma a differenza di tanti altri non ha mai rinnegato la sua passione per i famosi mattoncini.

Quando nel 2000 decise di abbandonare il tavolo delle riunioni per sedersi a terra in un atelier e giocare con i LEGO, Nathan Sawaya ha risvegliato l’artista e il bambino che era in lui. In quanto artista queste due figure caratterizzano la sua arte a tal punto da essere ritenute inscindibili e lo hanno portato a sviluppare un processo creativo basato sul libero gioco, da molti considerato come una vera e propria rivoluzione nel mondo dell’arte.

Per info

“The Art of The Brick” sarà visitabile ai Magazzini del Cotone del Porto Antico di Genova fino al 9 giugno 2019.

La mostra sarà aperta tutti i giorni, inclusi i festivi, nel seguente orario: dal lunedì al giovedì dalle ore 10:00 alle 18:00; venerdì, sabato e domenica dalle ore 10:00 alle 20:00. Giorni festivi: dalle ore 10:00 alle 20:00. Ultimo ingresso consentito in mostra è un’ora prima dell’orario di chiusura.

www.portoantico.it

C.S.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento