Teatro Gustavo Modena, venerdì in jazz con Scott Hamilton

Di il aprile 27, 2018

GENOVA – Appuntamento con il jazz venerdì 4 maggio al Teatro Gustavo Modena, in compagnia di Scott Hamilton e dell’Orchestra Filarmonica di Sampierdarena. Promosso dal Circolo Musicale Risorgimento, il concerto, che inizierà alle ore 21, coincide con il 5° Memorial Cesare Marchini. Era stato proprio Cesare Marchini, fondatore e storico direttore della Filarmonica di Sampierdarena, scomparso nel 2013, a dare vita alla serie di concerti denominata “Incontri”, in cui l’ensemble genovese suona ogni anno insieme a un grande solista della scena jazz. Tra i tanti che si sono esibiti sul palco del Teatro Gustavo Modena insieme alla Filarmonica di Sampierdarena ricordiamo Enrico Rava, Gianluigi Trovesi, Fabrizio Bosso, Gabriele Mirabassi, Gianni Coscia, Alberto Mandarini. Nel caso di Scott Hamilton, si tratta di un gradito ritorno: il musicista americano era infatti già stato protagonista nel 2012.

 

Considerato uno dei più grandi sassofonisti mainstream di oggi, Scott Hamilton (nato a Rhode Island nel 1954) calca da anni i più importanti palcoscenici del mondo – con il suo quartetto o accanto ad altri mostri sacri del jazz. Ha pubblicato a suo nome più di trenta album. Il suo stile fonde il lirismo di Ben Webster e la passionalità di John Coltrane. Le calde note del suo sax tenore, insieme a un impeccabile senso dello swing, creano un’atmosfera unica in ogni pezzo da lui interpretato. Tra i brani appositamente arrangiati insieme alla Filarmonica per il concerto del 4 maggio spiccano In a sentimental mood, In the mood for love, Softly as in a Morning Sunrise, September Song.

 

Lo spettacolo è fuori abbonamento. Biglietti 15 euro.

Il ricavato sarà devoluto in beneficenza a Gofar-Comitato Rudi Onlus che finanzia progetti per la cura dell’Atassia di Friedreich.

 

Info e biglietteria archivolto.it e teatrostabilegenova.it

 

(C.S.)

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento