“Spellbound”, il Rossini in danza sul palco del Politeama

Di il aprile 17, 2018
Alessio Amato
 

GENOVA – Omaggiando l’arte e la vita del geniale e controverso compositore (di cui nel 2018 ricorreranno i 150 anni dalla morte), la danza di Spellbound, che torna al Politeama Genovese dopo Carmina Burana e Le Quattro Stagioni, traduce in movimento sensuale e fulmineo i famosi “crescendo” rossiniani” nel suo nuovo spettacolo, in scena mercoledì 18 aprile alle 21.

 

«Sono sinceramente stato sedotto in 24 ore di ascolto continuo e ripetuto dal mondo Rossiniano – scrive Mauto Astolfi, regista e coreografo di Spellbound – da questa genialità così prorompente e inebriante ma che al tempo stesso viveva camminando a braccetto con tante macchie nere, dilaniato da un profondo mal di vivere che, attraverso una fortissima ed energetica personalità, al limite del bipolarismo, ha creato opere musicali di una grazia assoluta ed eterna. Come scrive Alessandro Baricco: la musica di Rossini è una vera e propria “follia organizzata”. Intensità, caos puro, smarrimento, fuga schizoide …ma scappando ha creato qualcosa che non avrebbe mai più potuto essere ripetuto dopo di lui.

 

(C.S.)

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Chiara Tasso e Chiara Gaddi. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento