Riaperta la funicolare Zecca Righi

Di il settembre 11, 2018

 

GENOVA – La funicolare del Righi è stata riaperta al pubblico. Con la corsa delle 14.20 l’impianto che collega la Zecca al Righi è tornato in funzione ieri, lunedì 10 settembre, dopo il complesso lavoro di sostituzione della fune di trazione.

 

Il 21 agosto scorso, in fase di ordinario controllo, era stata verificata un’anomalia su un tratto della fune traente che aveva richiesto la chiusura dell’impianto. La nuova fune è stata trasferita alla stazione della Zecca per essere rimontata da personale altamente specializzato in impianti funiviari.

 

Gli interventi di rimozione della vecchia fune e la posa in opera della nuova sono stati complessi e realizzati in tempi molto rapidi rispetto alla dimensione dell’attività: la fune pesa oltre 10.000 kg, ha un diametro di 42 millimetri e una lunghezza di 1.600 metri. Terminati gli interventi, sono state effettuate le prove in linea e le attività di regolazione della fune. Nei prossimi giorni sarà necessario effettuare brevi fermi della funicolare per intervenire sui fisiologici allungamenti della fune, che si determinano con la sollecitazione dovuta al funzionamento dell’impianto.

 

«La funicolare del Righi svolge un importante servizio per la nostra città – sottolinea il Vicesindaco e Assessore alla Mobilità del comune di Genova Stefano Balleari – ha una valenza strategica sia per i residenti della zona servita dall’impianto, sia per i moltissimi turisti che la scelgono per ammirare il panorama straordinario della nostra Genova vista dall’alto».

 

«Un lavoro complesso e delicato che è stato svolto in tempi molto ristretti – precisa Marco Beltrami, Amministratore Unico di AMT – Voglio inoltre evidenziare l’accuratezza dei controlli sull’impianto di cui dispone AMT, controlli che ci hanno consentito di intervenire tempestivamente e in assoluta sicurezza».

 


 

c.s.

 

 

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento