ORE 11.36, LA CITTÀ SI FERMA IN MEMORIA DELLE VITTIME DEL CROLLO DI PONTE MORANDI

Di il settembre 14, 2018

GENOVA – Ad mese esatto dal crollo di ponte Morandi, che ha causato 43 morti, la città si è fermata alle ore 11.36. Non lontano da quel che resta del viadotto dell’autostrada A10, in via Renata Bianchi, si sono radunate alcune autorità tra cui il presidente della Regione, Giovanni Toti, il sindaco di Genova, Marco Bucci, e il sottosegretario del Ministero delle Infrastrutture, Edoardo Rixi, oltre a comuni cittadini giunti a Certosa per commemorare le vittime del disastro.

 

Più tardi, alle 17.30, in piazza De Ferrari, un altro momento di ricordo con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, gli stessi Toti, Bucci e Spena insieme con alcuni sfollati della “zona rossa”, oltre a sindacati e autorità civili e militari e cittadine; alle 19, infine, messa nella cattedrale di San Lorenzo.

 

Guarda la galleria fotografica di Emilio Scappini del giorno della commemorazione:

 

Su Emilio Scappini

Istrionico, poliedrico, sempre sul pezzo. Per lui la fotografia è un'arte e una missione. Ha fatto di un hobby una passione trasformando ogni immagine in un ritratto da incorniciare. È la perfetta sintesi di esperienza ed entusiasmo al servizio della redazione.

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento