OMAGGIO A GUCCINI CON “IL MAESTRONE” DI GIAN PIERO ALLOISIO

Di il Dicembre 4, 2018
Emilio Scappini

Il 7 e l’8 dicembre il frontman dell’Assemblea Musicale Teatrale omaggia l’artista Francesco Guccini nello spettacolo in scena al Teatro della Tosse

 

GENOVA – Venerdì 7 dicembre alle ore 20.30 la Sala Trionfo del Teatro della Tosse a Genova ospita la prima nazionale dello spettacolo “Il Maestrone. I miei anni con Francesco Guccini, le parole delle canzoni e la rivoluzione italiana” di e con Gian Piero Alloisio.

Ospite speciale della messa in scena sarà Gianni Martini. Lo spettacolo è animato dalle canzoni di Francesco Guccini, Gian Piero Alloisio, dell’Assemblea Musicale Teatrale, Claudio Lolli e Luigi Tenco.

Lo spettacolo andrà in replica sabato 8 dicembre alle ore 18.30.

 

L’attività artistica di Alloisio e Guccini

 

francesco guccini al carlo felice

Fra il 1976 e il 1981, Gian Piero Alloisio ha lavorato a stretto contatto con Francesco Guccini. E’ stato frontman dell’Assemblea Musicale Teatrale, il gruppo che apriva i suoi affollatissimi concerti, e ha scritto canzoni che il cantautore bolognese ha poi interpretato come “Venezia” e “Dovevo fare del cinema” e, scritte insieme, “Gulliver” e “Poveri bimbi di Milano”. Guccini, da parte sua, ha scritto canzoni per Alloisio, tra le quali “Lager”, “Bisanzio”, “Parole”, ed è stato suo editore musicale, discografico e produttore.

Questa intensa attività artistica si è svolta negli anni – creativi, plurali, caotici – in cui la canzone colta dominava le classifiche discografiche e, per la prima volta dagli anni del boom economico, esplodeva in Italia la disoccupazione giovanile.

Anni in cui Gaber, Luporini, Guccini e Alloisio collaborarono a un unico progetto di teatro-canzone: “Ultimi viaggi di Gulliver”. Anni interessanti e terribili in cui le Mafie inondarono i movimenti giovanili di eroina e il terrorismo sparò a zero sulle utopie del ’68. Anni in cui per milioni di giovani le parole delle canzoni erano la zattera su cui attraversare la storia collettiva e personale.

 

Giornata consapevolezza autismo

Gianni Martini

“Nel 2013” dice Gian Piero Alloisio “ho voluto omaggiare il mio amico Giorgio Gaber con uno spettacolo al Teatro della Tosse. Un tributo affettuoso che è poi diventato un libro di successo. Nel 2018, mentre si ripresenta, in nuove forme, il solito fantasma della rivoluzione italiana, mi sembra attuale raccontare l’altra grande avventura umana e artistica di cui son stato testimone: quella di scrivere, cantare e parlare di canzoni con il Maestrone”.

Dall’altezza, non solo artistica ma anche fisica, del Maestrone (così i suoi musicisti chiamano Guccini) Alloisio prova a dare un’occhiata alla nostra storia passata e presente.

 

Accanto a Gian Piero Alloisio il chitarrista Gianni Martini, un musicista testimone di quell’avventura. Insieme ricorderanno anche l’amico Claudio Lolli, cantautore-poeta scomparso recentemente.

 

Eventi collaterali

 

Venerdì 7 dicembre sera nel foyer del Teatro i volontari di Libera diffonderanno i risultati dell’inchiesta nazionale di LiberaIdee, un viaggio per conoscere, allargare la rete, rinnovare l’impegno civile contro le mafie e la corruzione.

 

Le canzoni di Gian Piero Alloisio e dell’Assemblea Musicale Teatrale sono la colonna sonora del documentario “Gli anni del 68. Voci e carte dall’archivio dei movimenti” che sarà proiettato giovedì 6 dicembre alle ore 16,30 al Palazzo della Meridiana, nell’ambito del Genova Film Festival. Il video, realizzato da Giuliano Galletta, è prodotto dall’Associazione per un archivio dei movimenti.

 

C.S.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento