Museo della Commenda: Federico Palerma presenta la mostra “La materia e il gesto”, con opere di pittura espressiva informale e disegni su carta

Di il Maggio 15, 2019

GENOVA – Ventisei opere di pittura espressiva informale, oli, tecniche miste e disegni su carta; immagini di materia che irrompe sulla superficie della tela, progressive stratificazioni, improvvise folgorazioni cromatiche, segni e grovigli. È il ricchissimo menù della mostra di Federico Palerma, “La materia e il gesto”, a cura di Luciano Caprile e Claudio Castellini, che sarà inaugurata mercoledì 15 maggio alle 17.30 al Museo della Commenda.

La rassegna, organizzata da Contemporary Gallery in collaborazione con Mu.MA, Associazione Promotori Musei del Mare e Navigazione e Cooperativa Solidarietà e Lavoro, proseguirà fino al 29 giugno e rimarrà aperta con i seguenti orari: martedì 14.00-17.00, mercoledì 10.00-17.00, da giovedì a domenica e festivi 10.00-19-00.

Per il critico d’arte Luciano Caprile, «Palerma raccoglie suggestioni per avviare un personale linguaggio che si nutre della profondità del proprio essere e del proprio sentire per toccare ed esprimere un’universalità non condizionata dagli accadimenti ma suggerita dagli accadimenti stessi, che in tal modo si comportano da prezioso, perentorio motore creativo».

La materia sembra irrompere sulla superficie della tela dalla profondità di uno spazio aggredito da un’urgenza eruttiva e gestuale in magmatico divenire. Una sensazione evidente ad esempio nel dipinto intitolato Il mio nome è scritto in fondo al mare del 2012, dove impulsi di correnti contrarie dispiegano una progressiva profondità di soluzioni prospettiche pronte ad assorbire e inghiottire lo sguardo.

Musei di Genova

C.S.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento