Il Suq di Genova in scena alla Sala Mercato con “La mia casa è dove sono”

Di il Gennaio 23, 2019
Giovanna Cavallo

GENOVA – Una Compagnia del Suq più multietnica del solito, interculturale e intergenerazionale, che mischia lingue, compreso il genovese, e linguaggi espressivi, sarà in scena alla Sala Mercato del Teatro Nazionale di Genova da mercoledì 30 gennaio a domenica 3 febbraio con “La mia casa è dove sono”.

Si canta, si danza, ci si commuove, ci si diverte, su un tema centrale nella vita di tutti: la casa. 

 

 

Nell’ambito degli eventi per la Giornata della Memoria, un’occasione per riflettere su cosa significa dover lasciare la propria casa, e come si può ricostruire la propria esistenza lontano dal proprio paese, magari anche solo con quello che si può mettere in una valigia.

Venerdì 1 febbraio alle ore 16  alla Sala Mercato del Teatro Nazionale di Genova, si tiene l’incontro “La mia casa è una valigia. Storie di ieri e di oggi di chi è costretto a lasciare la propria casa”, con la scrittrice italo somala Igiaba Scego, (autrice del libro a cui si è ispirato lo spettacolo “La mia casa è dove sono”) e Miryam Kraus, vice presidente dell’ANED Genova. Con loro, a moderare l’evento, il giornalista Andrea Plebe, capo della redazione cultura e spettacoli del Secolo XIX.

Tra le letture che accompagnano l’incontro, brani tratti dal libro “Anche Superman era un rifugiato” a cura di Scego e UNHCR.

C.S.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento