IL SOUND DEI PFM ACCENDE IL TEATRO CARLO FELICE

Di il novembre 17, 2017

La band pilastro del progressive rock mondiale ha infiammato il pubblico genovese sulle note dei brani più popolari. Guarda la galleria fotografica della serata realizzata da Emilio Scappini

 

GENOVA – A quattordici anni dall’ultimo album, la Premiata Forneria Marconi ha fatto il suo ritorno sulla scena italiana con “Emotional Tattoos”, presentato mercoledì sera al Teatro Carlo Felice.

 

Ad anticipare l’uscita del nuovo album, uscito il 27 ottobre, è il singolo “Quartiere generale”, uscito contemporaneamente in inglese e in italiano. La Pfm, in attività dal 1971, può vantare circa 6000 live tra Giappone, Stati Uniti, Corea, Regno Unito, Canada e Messico: ovunque abbiano messo piede, sono stati accolti come masterpiece del progressive rock. Nel 1973 è entrata nella classifica di Billboard (per “Photos Of Ghosts”) e vincendo un disco d’oro in Giappone. Continua fino oggi a rappresentare un punto di riferimento: recentemente è stata premiata con cinquantesima posizione nella “Royal Rock Hall of Fame” (composta dai 100 artisti più importanti al mondo).

 

Un momento del concerto al Carlo Felice

La copertina dell’album (in foto)  è opera di Stefano Bonora e, precisa la band, vi è raffigurata «una fantastica navicella spaziale guidata da Franz e Patrick, che porta la band in luoghi mai esplorati prima e introduce il pubblico nel nuovo mondo della PFM, un mondo nel quale la musica non ha solo un’identità ma si evolve e abbraccia diversi generi. La PFM è nota per non ripetersi mai ed Emotional Tattoos è un album che lascerà emozioni sulla pelle, come una navicella spaziale in un mondo fantastico con vegetazione e animali in armonia tra loro».

 

Attualmente la Premiata Forneria Marconi è composta da Franz Di Ciocco (batteria, percussioni e voce), Patrick Djivas (basso), Lucio Fabbri (violino, tastiera e chitarra), Roberto Gualdi (batteria), Alessandro Scaglione (tastiera, voce), Marco Sfogli (chitarra elettrica) e Alberto Bravin (chitarra acustica, tastiere aggiuntive e voce).

 

Guarda tutte le foto della serata nella gallery di Emilio Scappini:

 

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Chiara Tasso e Chiara Gaddi. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento