GENOVA “SINERGICA”: LE GIORNATE DI MOSCA A GENOVA

Di il settembre 20, 2017
porto genova

Venerdì 22 e sabato 23 settembre saranno le “Giornate di Mosca a Genova” che, in concomitanza col Salone Nautico, rappresentano una grande occasione di collaborazione economica, turistica e culturale tra la Superba e la capitale russa.

 

GENOVA – Simultaneamente al Salone Nautico, sbarcano a Genova le “Giornate di Mosca”, un grande evento attraverso il quale la capitale russa, da molti anni a questa parte, promuove le proprie eccellenze all’estero. Genova accoglierà la delegazione moscovita il 22 settembre, a conclusione di un tour italiano che tocca anche Venezia e Milano.

 

Marco Bucci ed Elisa Serafini

La Russia è, già attualmente e ancor di più in prospettiva, un mercato strategico per Genova. Le “Giornate di Mosca a Genova” si inquadrano nel contesto del rapporto istituzionale con il Governo di Mosca (“Governo” in quanto unica città russa, con San Pietroburgo, a essere soggetto federale), che è da tempo uno dei più attivi e strategici nell’ambito delle relazioni internazionali e della città di Genova. Come sottolinea l’assessore alla Cultura, al Marketing e alle Politiche Giovanili Elisa Serafini (in foto con Marco Bucci), le “Giornate di Mosca a Genova” sono un’importantissima iniziativa di marketing territoriale, volta a favorire scambi culturali, economici e turistici. Il turismo russo a Genova, evidenzia ancora Elisa Serafini, è salito nel solo 2017 (fino a luglio) del 20%, toccando i 40 mila pernottamenti.

 

Le “Giornate di Genova” sono la più importante manifestazione prevista per quest’anno dal protocollo di collaborazione fra le due città, oltre al Premio Paganini (un’eliminatoria si svolgerà proprio a Mosca, a ottobre). Fin dal 2004, anno della prima sottoscrizione del protocollo di collaborazione, Genova e Mosca lavorano insieme su temi strategici per le due città, come il turismo, la cultura, lo sviluppo economico, il supporto all’internazionalizzazione delle imprese, i servizi pubblici locali e i grandi progetti di sviluppo urbano.

 

Il protocollo, aggiornato nel 2005 e nel 2008 e rinnovato nel 2016, comprende collaborazioni in ambito di sviluppo economico, investimenti e internazionalizzazione delle imprese (per attrarre investimenti su Genova, creare e mantenere rapporti internazionali e offrire nuove opportunità di mercato per le imprese genovesi); in ambito turistico (creare contatti con Compagnie Aeree, e soprattutto con tour operator, in quanto il turismo russo è tradizionalmente intermediato) e in ambito culturale (scambio tra le due città di know-howgood practices in materia di conservazione e tutela dei beni architettonici e artistici).

 

Vladimir Spivakov

Durante le “Giornate di Mosca a Genova” si terrà un importante forum economico, che metterà di fronte i vertici delle più importanti istituzioni locali, imprese e imprenditori, al fine di creare condizioni favorevoli per joint ventures, allargamento dei mercati e investimenti. Non mancheranno importanti eventi culturali come il concerto “I Virtuosi di Mosca” diretto dal Vladimir Spivakov (in foto) al Teatro Carlo Felice. L’evento è aperto a tutti i cittadini, che avranno l’onore di poter ascoltare il violino di Spivakov (ormai lo suona di rado, prediligendo la direzione), che per l’occasione affiancherà il primo violino dell’Orchestra statale da camera “Virtuosi di Mosca”. Il Comune di Genova sta inoltre lavorando per fornire biglietti a un prezzo ridotto per gli studenti del Conservatorio e gli studenti universitari.

 

Il Sindaco Marco Bucci, durante la presentazione delle “Giornate di Mosca a Genova”, afferma come queste diano un «effetto sinergico» a Genova, dimostrando come sia una «città che si muove», offrendo più iniziative di una certa rilevanza allo stesso momento. Il sindaco prosegue annunciando che il Governo di Mosca è disposto a organizzare, per l’anno prossimo, le “Giornate di Genova a Mosca“, altra grande occasione per Genova di guadagnare visibilità e creare una rete di contatti con la capitale russa.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Chiara Tasso e Chiara Gaddi. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento