“GENOA INTERNATIONAL MUSIC YOUTH FESTIVAL”, IL MULTICULTURALISMO ARTISTICO CONQUISTA GENOVA

Di il Gennaio 14, 2019

La rassegna musicale mette in mostra a Palazzo Ducale artisti provenienti da sette Paesi differenti

GENOVA – Genova diventa epicentro culturale nel mondo con la prima edizione del Genoa International Music Youth Festival (GIMYF), la rassegna musicale che conta sette appuntamenti organizzata dall’Associazione Internazionale delle Culture Unite (AICU) in collaborazione con il Comune di Genova, Palazzo Ducale Fondazione e Porto Antico Eventi.

 

 

“Una rassegna a livello mondiale, che porterà nella nostra città giovani musicisti di straordinario talento. Con il GIMYF, Genova continua la sua azione di rilancio legata ad arte e turismo”, così l’Assessore alle Politiche culturali Barbara Grosso ha commentato l’organizzazione dell’evento.

Da gennaio a luglio Palazzo Ducale ospiterà sette concerti ad ingresso gratuito che porteranno gli spettatori in viaggio tra i Paesi e i generi musicali. Artisti provenienti da Cina, Korea, Ungheria, Giordania, Romania e Russia spazieranno dalla musica sinfonica alla lirica, dai recital fino alla musica vocale sconfinando nel pop.

 

 

“Grazie anche alla collaborazione di Camera di Commercio, – ha affermato l’Assessore al Turismo e Commercio Paola Bordilli – abbiamo voluto arricchire il soggiorno dei musicisti con visite guidate alle Botteghe Storiche e degustazioni di prodotti tipici del territorio. La volontà è mostrare loro Genova, le sue bellezze, il suo territorio e le sue imprese storiche. Stiamo lavorando poi affinché il Festival possa essere anche occasione per valorizzare la rassegna Chiese in Musica: verrà infatti strutturata maggiormente ed internazionalizzata grazie proprio al sostegno dei musicisti che verranno nella nostra città”.

 

 

Direttore artistico del GIMYF sarà Lorenzo Tazzieri, Presidente di AICU, direttore anche della Tokyo Metropolitan Opera Foundation e del primo festival operistico del contesto arabo Amman Opera Festival. A coadiuvarlo come project manager Alberto Macrì, docente dal 2006 di Storia della Musica al Liceo Musicale Pertini di Genova.

Il calendario

Il GIMYF avrà inizio mercoledì 30 gennaio e vedrà il pianista genovese Andrea Bacchetti esibirsi insieme alla Alpen Symphonie Orchester diretta dallo spagnolo Ricardo Casero.

Tornerà a Genova, per il secondo appuntamento lunedì 18 febbraio, il vincitore dell’ultima edizione del Concorso Violinistico Internazionale dedicato a Niccolò Paganini il violinista americano Kevin Zhu. L’artista si esibirà in duo con il pianista ungherese Marton Kiss per un programma dedicato a Paganini e Listz.

Mercoledì 6 marzo si terrà l’appuntamento interamente dedicato ai musical con “Highlights of musical”, i brani più famosi del repertorio internazionale.

Lunedì 29 aprile sarà il turno di “Hell. Viaggio nell’inferno dantesco”, un’orchestra da camera, cantanti e una compagnia teatrale proporranno un crossover di prosa e musica attorno al tema dell’Inferno della Divina Commedia.

Un’orchestra proveniente dalla Romania sarà protagonista del concerto del 31 maggio con un omaggio a “La Grande Russia”.

Penultimo appuntamento della rassegna, in occasione della Festa della Musica, martedì 18 giugno sarà dedicato allo spettacolo “Abbraccio Pop-Sinfonico”.

Il GIMYF si concluderà lunedì 29 luglio, eccezionalmente al Porto Antico, con il “Gran Galà Lirico” con l’Orchestra Giovanile dell’opera di Roma e alcuni dei migliori solisti proveniente dalla Korea, in occasione della rassegna “Genova Porto Antico EstateSpettacolo”.

Le attività collaterali

Intorno al Festival si svolgeranno una serie di attività collaterali dirette dalla AICU.

Gli studenti del Liceo Musicale Pertini saranno protagonisti di eventi musicali quali flash mob e concerti a sorpresa che si svolgeranno su un bus d’epoca e altri spazi messi a disposizione della AMT.

 

 

Dal 21 al 31 gennaio, inoltre, avrà luogo la masterclass del coro cinese della Provincia di Sichuan frutto di una stressa collaborazione con la AICU, collegamento culturale confermato lo scorso settembre quando, con il sostegno organizzativo del Comune di Genova, il Concorso Paganini e la Provincia cinese, AICU ha organizzato una tournée per il vincitore dell’ultima edizione del Concorso Violinistico Internazionale, con un repertorio dedicato al grande violinista genovese. A questa serie di concerti sono seguite le rappresentazioni operistiche a Chengdu e i percorsi formativi con i cori cinesi a Genova.

 

 

Parallelamente al GIMYF si svolgeranno un concerto paganiniano a San Pietroburgo in occasione della visita della delegazione del Comune di Genova in Russia, l’organizzazione di un festival gemello in Georgia e la messa in scena di “Il Barbiere di Siviglia” in Cina.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Un Commento

  1. Pingback: “CHIESE IN MUSICA”, L’EDIZIONE 2019 DIVENTA INTERNAZIONALE | Goa Magazine

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento