FILIPPO DINI INTERPRETA E DIRIGE: “COSÌ È (SE VI PARE)”

Di il Gennaio 31, 2019
Bepi Caroli

L’artista andrà in scena con la commedia pirandelliana al Teatro Duse dal 5 al 10 febbraio

GENOVA – A poco più di un mese dal debutto a Torino, Filippo Dini torna a Genova per presentare “Così è (se vi pare)” di Luigi Pirandello, in scena al Teatro Duse da martedì 5 a domenica 10 febbraio nell’ambito della stagione 2018/19 del Teatro Nazionale di Genova.

Regista e interprete di questa produzione del Teatro Stabile di Torino, l’attore genovese sarà sul palco insieme a un folto gruppo di attori – Francesca Agostini, Mauro Bernardi, Andrea Di Casa, Ilaria Falini, Mariangela Granelli, Dario Iubatti, Orietta Notari, Maria Paiato, Nicola Pannelli, Benedetta Parisi, Giampiero Rappa – diversi dei quali di formatisi proprio alla Scuola di Recitazione del Teatro di Genova.

Andrea Di Casa e Maria Paiato in “Così è (se vi pare)” di Filippo Dini (foto di Bepi Caroli)

Per il suo primo confronto con il teatro pirandelliano, Filippo Dini ha scelto uno dei testi più caratteristici dello scrittore siciliano: una commedia finto-naturalistica, scritta nel 1917, con al centro un caso misterioso che rimarrà irrisolto sino alla fine, irridendo ogni tentativo di raggiungere una verità oggettiva.

La vicenda si svolge in una piccola città in cui è arrivato da poco un certo Signor Ponza (interpretato da Andrea Di Casa), con la consorte e la suocera, la Signora Frola (Maria Paiato). Il Signore e la Signora Ponza vivono in una casa di periferia, ma nessuno vede mai la moglie, mentre si vede di continuo il Signor Ponza recarsi a trovare la suocera, sistemata in un bel appartamento in centro, a fianco del Consigliere Agazzi (Nicola Pannelli). Come in un giallo di Agatha Christie, quest’ultimo e un gruppo di concittadini, sospettando che la Signora Ponza sia addirittura morta, si riuniscono per scoprire quale terribile segreto si nasconda dietro la bizzarra condotta del trio. Ma la loro spasmodica ricerca della Verità assoluta, come quella di Dio – molti sono gli spunti interpretativi religiosi in quest’opera, che Pirandello beffardamente sottotitola “Parabola in tre atti” – resterà frustrata.

“Così è (se vi pare)” di Filippo Dini (foto di Bepi Caroli)

Ambientato in un interno borghese claustrofobico, l’allestimento di Filippo Dini si muove in una dimensione onirica e surreale, come un film di Buñuel. Chi è il folle? Il Signor Ponza, che crede defunta la moglie ancora viva, o la Signora Frola, che ha perso il senno dopo la scomparsa della figlia? Filippo Dini sembra indicarci una strada alternativa: i pazzi sono i borghesi del paese, gretti e pettegoli, che osservano e giudicano dal di fuori, sempre a caccia di particolari morbosi, simili agli spettatori di un grande reality show permanente.

“Così è (se vi pare)” andrà in scena al Teatro Duse da martedì 5 a domenica 10 febbraio 2019. Inizio spettacoli martedì, mercoledì, venerdì e sabato ore 20.30, giovedì ore 19.30, domenica ore 16.

Info teatronazionalegenova.it

C.S.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento