“Come sono diventato stupido”, l’intelligenza è una malattia al Teatro della Tosse

Di il Maggio 14, 2019

GENOVA – La Compagnia Teatro Binario 7 torna alla Tosse dal 17 al 19 maggio con “Come sono diventato stupido” tratto dal libro di Martin Page, caso letterario dei primi anni 2000,  che racconta le disavventure del giovane Antoine affetto da  una grave malattia: l’intelligenza.

Per guarire da questo male prenderà una decisione  drastica, diventare stupido. Lo farà attraverso gruppi di educazione al suicidio, abuso di farmaci, ipotesi di lobotomia, lunghe serate trascorse a giocare a Monopoli. Antoine vorrebbe dimenticare di capire, appassionarsi alla quotidianità, credere nella politica, comprare bei vestiti, seguire gli avvenimenti sportivi, fantasticare sull’ultimo modello di automobile, guardare con interesse e partecipazione emotiva i programmi televisivi. Vorrebbe tutto questo.

E soprattutto vorrebbe stare bene con gli altri, non capirli, ma essere come loro, fra di loro, uno di loro, e come loro condividere le stesse cose.

Ma Antoine è una persona particolarmente dotata, fisiologicamente più sensibile e acuta della media, e ha capito che il suo spirito inquieto e la sua curiosità intellettuale lo condannano al mal di vivere.

Per info

Teatro della Tosse

C.S.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento