CARAVAGGIO IN MOSTRA A PALAZZO DELLA MERIDIANA

Di il Febbraio 11, 2019

Il legame dell’artista seicentesco con la città di Genova nell’esposizione “Caravaggio e i Genovesi – Committenti, collezionisti, pittori”

GENOVA – Un grande artista in uno dei palazzi storici più noti della città.

Inaugura mercoledì 13 febbraio alle ore 18 a Palazzo della Meridiana a Genova la mostra “Caravaggio e i Genovesi – Committenti, collezionisti, pittori” a cura di Anna Orlando. L’esposizione sarà aperta al pubblico dal 14 febbraio al 24 marzo.

 

 

La nuova mostra promossa e organizzata dall’Associazione Amici di Palazzo della Meridiana si prefigge di sviluppare un altro capitolo estremamente importante per la cultura figurativa genovese che, visto il calibro dei protagonisti coinvolti, diventa di portata internazionale.
I primi trent’anni del Seicento sono indiscutibilmente un momento magico per la città: il potere economico e finanziario delle famiglie leader della Repubblica Aristocratica Ligure, un numero assi più cospicuo di quante se ne possano immaginare, rendono Genova e il suo porto baricentrici per l’Europa del tempo.
Qui si sono accumulati decenni di benessere, ricchezze, argenti, opere d’arte.
Quello che gli storici dell’economia definiscono Il secolo dei genovesi, un centinaio d’anni a cavallo tra il Cinquecento e il Seicento, è per la storia dell’arte genovese un glorioso periodo aureo.

Chi sono i protagonisti, insieme alle famiglie con i lori condottieri, dogi, mercanti e finanzieri? Gli artisti locali e “forestieri” sono coloro che ci consentono ancora oggi di visualizzare tanta ricchezza. E tanta bellezza.
Caravaggio e i suoi seguaci costituiscono un capitolo importante della storia dell’arte genovese, che in questo momento può dirsi a tutti gli effetti europea.

 

 

C.S.

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento