Ascensore di Villa Scassi, falsa partenza durante la presentazione dei lavori

Di il aprile 6, 2018

GENOVA – Questa mattina sono stati presentati i lavori di ripristino dell’ascensore di Villa Scassi che collega via Cantore con corso Scassi, fermo dallo scorso 17 luglio per un guasto tecnico.

 

Dopo un piccolo imprevisto iniziale, causato dall’attivazione dei sofisticati impianti di sicurezza, l’impianto (tra i più utilizzati in città con una media mensile di ventimila passeggeri) ha funzionato secondo le previsioni e a breve tornerà a a servire i residenti della zona a monte di Sampierdarena e di gran parte dell’utenza diretta all’ospedale Villa Scassi.

 

Per la riapertura al pubblico si attende l’effettuazione della visita di collaudo da parte dei funzionari ministeriali, prevista venerdì 13 aprile. Le prove che la Commissione intende effettuare sono comunque già state eseguite con successo dai tecnici di impresa e Comune. L’impianto consente di essere portati direttamente, e senza soste intermedie, da via Cantore fino alla nuova stazione di corso Scassi che si trova sul lato del parco di fronte all’ospedale, evitando così il percorso pedonale lungo la galleria da via Cantore.

 

Fra le caratteristiche principali dell’impianto di Villa Scassi vi è quella di proseguire il proprio percorso senza doversi fermare durante il cambio di inclinazione tra il tratto orizzontale e quello verticale, minimizzando i tempi di percorrenza e ottimizzando gli spazi a disposizione con l’intero recupero del primo tratto della galleria esistente. La particolare conformazione costruttiva del raccordo tra il tratto orizzontale e quello verticale consente inoltre di evitare contraccolpi che provocherebbero una sensazione sgradevole al passeggero, oltre a conseguenze sul carrello di cabina, sottoposto altrimenti ad urti e sollecitazioni.

 

Per questioni di sicurezza dell’esercizio l’ascensore era già predisposto con un sistema di video sorveglianza che copre tutte le aree sensibili del nuovo impianto, cabina compresa. L’evacuazione di emergenza è possibile sia attraverso scale dedicate, sia attraverso un ascensore ausiliario dedito al recupero passeggeri, miglioria che agevola notevolmente il recupero dei passeggeri disabili. «Finalmente siamo riusciti a risolvere un problema particolarmente importante che sto seguendo da quando ho ricevuto l’incarico da assessore – commenta il vicesindaco e assessore alla mobilità Stefano Balleari – Avevo dichiarato che l’impianto sarebbe stato funzionante entro fine marzo ma purtroppo, a causa di impegni del Ministero calendarizzati precedentemente, siamo stati costretti a slittare di qualche giorno la riapertura al pubblico. Sono molto soddisfatto di poter riconsegnare alla città un impianto così importante. L’ascensore di Villa Scassi è un mezzo di trasporto veloce e importante anche dal punto di vista della sotenibilità ambientale, collocato in un quartiere popoloso e che finalmente torna ad essere un prezioso di servizio per tutti i genovesi e per chi nell’ospedale lavora o va a trovare i propri cari».

 

(C.S.)

Su Redazione

Il direttore responsabile di GOA Magazine è Tomaso Torre. La redazione è composta da Claudio Cabona, Giovanna Ghiglione e Giulio Oglietti. Le foto sono a cura di Emilio Scappini. Il progetto grafico è affidato a Matteo Palmieri e a Massimiliano Bozzano. La produzione e il coordinamento sono a cura di Manuela Biagini

Devi accedere per lasciare un commento Login

Lascia un commento